Saggio Breve O Articolo Di Carlos Castaneda

9 consigli scientifici per un mese

Il 1100 nella matematica europea occidentale il periodo quasi di tre secoli di sviluppo dell'eredità del mondo Antico e l'Oriente tenuto da arabi e i greci bizantini cominciò. Siccome gli arabi hanno posseduto quasi tutti i lavori di greci antichi, l'Europa ha ricevuto la letteratura matematica vasta. Trasferimento di questi lavori ad aumento promosso latino di ricerche matematiche. Tutti i grandi scienziati di quel tempo riconobbero che l'inspirazione derivata da parte di lavori di greci.

Periodo di Alessandria. Durante questo periodo che cominciò circa 300 A.C., il carattere della matematica greca cambiata. La matematica di Alessandria è derivata da fusione di matematica greca classica a matematica di Babylonia e l'Egitto. In matematica generale di Alessandria il periodo è stato più inclinato alla soluzione di compiti puramente tecnici, che a filosofia. I grandi matematici di Alessandria – Eratosthenes, Archimedes, Gipparkh, Ptolemaeus, Diophantus e Pappus – hanno mostrato la forza del genio greco in astrazione teoretica, ma così volentieri si sono rivolti del talento alla soluzione di problemi pratici e compiti puramente quantitativi.

L'Europa medievale. La civiltà romana non ha lasciato una traccia notevole in matematica siccome è stato troppo ansioso con la soluzione di problemi pratici. La civiltà che si sviluppò nell'Europa del primo Medioevo (apprx. 400–110, non è stato produttivo per la ragione opposta: la vita intellettuale si è concentrata quasi solo in teologia e vita dell'al di là. Il livello di conoscenza matematica non è salito al di sopra di aritmetica e sezioni semplici agli Inizi di Euclid. Nel Medioevo l'astrologia fu considerata come la sezione più importante di matematica; gli astrologhi sono stati chiamati matematici. E siccome la pratica medica è stata basata principalmente su indizi astrologici o le controindicazioni, a medici generici non sono rimaste nient'altro come diventare la matematica.

I lavori di Diophantus sono diventati un punto di riferimento principale in algebra dei greci di Alessandria (apprx. 2 Uno dei suoi raggiungimenti principali è collegato a introduzione ad algebra degli inizi di simbolica. Nei lavori Diophantus non ha offerto i metodi generali, ha affrontato numeri razionali positivi concreti, ma non le loro referenze alfabetiche. Ha posato la fondazione dell'analisi di Diophantine cosiddetta – la ricerca delle equazioni incerte.

Per Pitagorici qualsiasi numero ha rappresentato qualcosa più grande, che quantità. Per esempio, il numero 2 secondo la loro vista ha significato la distinzione e perciò è stato identificato con opinione. La quattro giustizia rappresentata, come questo prima uguale a lavoro di due moltiplicatori identici.

A Pitagorici siamo in molti aspetti obbligati a questo da matematica che allora è stata è sistematizzato è dichiarato e provato agli Inizi di Euclid. Ci sono basi per credere quello che esattamente hanno aperto quello che è al giorno d'oggi conosciuto come teoremi di triangoli, sia parallelo a linee diritte, poligoni, cerchi, sfere e poliedri regolari.

La base di tutta l'analisi matematica è il concetto di un limite. La velocità in un timepoint è definita come un limite a cui la velocità media di d/t quando il valore t tutto si avvicina lo zero più vicino aspira. Il calcolo differenziale dà il metodo generale conveniente di accertamento di velocità di cambiamento di funzione f in calcoli (x) per qualsiasi valore x. Questa velocità ha ricevuto il nome di un derivato. Da una comunità di record f (x) è visibile che il concetto di un derivato è applicabile non solo nei compiti collegati a necessità di trovare la velocità o l'accelerazione, ma anche in relazione a qualsiasi dipendenza funzionale, per esempio, a qualsiasi rapporto dalla teoria economica. Una delle appendici principali di calcolo differenziale è compiti cosiddetti su un massimo e un minimo; altro cerchio importante di compiti – accertamento di una tangente a questa curva.

Apollony (apprx. Il BC 262–200) visse durante il periodo di Alessandria, ma il suo lavoro principale è sostenuto nello spirito di tradizioni classiche. L'analisi di sezioni coniche gli ha offerto – un cerchio, un'ellisse, una parabola e un'iperbole – sono stati la culminazione di sviluppo della geometria greca. Apollony anche è diventato il fondatore di astronomia matematica quantitativa.